Mercoledì, 23 Ottobre, 2013 - 17:54 - E.C.

La seduzione della frutta.

Non te lo aspetteresti mai da un documentario che parla di frutta e di protezione della biodiversità, ma "Fruit Hunters" è passionale, seducente, lussureggiante.

 

Lo guardi e ti accorgi che i manghi, le banane, i fichi, le mele si trasformano sotto i tuoi occhi. Pensavi fossero quella frutta che compri per un tot al chilo al mercato, ma durante il film diventano oggetti del desiderio – tuo, che vorresti addentarli, e degli orticoltori che li coltivano, e che ne sono innamorati. 

 

"Fruit Hunters" è una storia d'amore, in cui “l'impollinazione è il momento più importante: è come quando fai l'amore con la tua fidanzata. Devi farlo con romanticismo, dev'esserci la giusta atmosfera perché lei possa lasciarsi andare“. Si tratta di un amore che è insieme carnale e mistico. È fatto di assaggi, di tatto e di olfatto, e anche di spirito: perché "queste piante sono quello che siamo stati. Salvandole, salviamo il nostro passato e anche la nostra anima".

 

Da guardare. 

[Crediti | Video: CBC. Immagini: Fruit Hunters.]

 

 

Commenti

Aggiungi un commento

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che tu sia un essere umano e quindi prevenire spam da parte di sistemi automatici
CAPTCHA con immagine
Inserire i caratteri mostrati nell'immagine.