archeologia ampelografica

Alla ricerca del vitigno scomparso: la Slarina.

Quando si parla di archeologia ampelografia vengono subito in mente enologi e viticoltori, vestiti da Indiana Jones e assetati di avventura, che danno la caccia a vitigni scomparsi nei luoghi più reconditi del globo.
La fantasia in effetti non si distacca molto dalla realtà, almeno per quanto riguarda il coraggio a esplorare territori sconosciuti. Per quanto riguarda la zona di caccia, invece, i temerari possono tranquillamente rimanere entro i confini della nostra penisola che è da sempre custode di una straordinaria varietà di vitigni.

Italiano
Abbonamento a RSS - archeologia ampelografica